NOTA! Questo sito utilizza i cookies. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più.

MATSYAVATARA PRABHU Official Blog - krishna

Il Mantra

C’è una forma di Yoga chiamata nada-yoga che è conosciuta come mantrica, ovvero che utilizza il mantra.
Attraverso l’utilizzo di suoni sacri, ci si può accostare a dimensioni diverse da quelle che l’umano generalmente frequenta.
Il termine sanscrito mantra significa 'strumento di pensiero', e anche 'ciò che protegge o libera la mente'. La vibrazione sonora del mantra, infatti, armonizza la mente e la libera dai pensieri tossici.


Janmasthami 2017

Care devote, cari devoti, omaggi.
Glorie a Shrila Prabhupada!
Jaya Shri Krishna Janmasthami!
Prego il Signore che siate in buona salute e spiritualmente ispirati.


La meravigliosa personalità di Shri Krishna nel Mahabharata

Nel Mahabharata Krishna appare per la prima volta allo Swayamvara che il re Draupada aveva indetto affinché sua figlia potesse scegliersi un degno marito. Quest'ultima, Draupadi, era una principessa straordinaria, dotata di bellezza e altre insuperabili virtù. Uno dei suoi nomi era anche Krishna, infatti nella letteratura Bhagavata vi sono tre Krishna: Shri Krishna, figlio di Vasudeva;  Krishna Dvaipayana Vyasadeva, figlio di Satyavati; Krishna Draupadi, figlia di re Draupada. Draupadi era ricolma di talenti, casta, intelligente, intraprendente, coraggiosa.


Le Nozze Mistiche tra Terra e Cielo

Nel dodicesimo capitolo della Bhagavad-gita, Shri Krishna offre varie possibilità e strumenti di evoluzione, adatti ai vari livelli di coscienza, fino a spiegare chi sono le persone a Lui infinitamente care (shloka 13-20).

“Colui che, colmo di fede, s'impegna completamente in questa imperitura via del servizio di devozione, facendo di Me il fine ultimo, Mi è infinitamente caro”.


Le regole d'oro del Dharma

C'è un passo particolarmente interessante dello Shrimad Bhagavatam (I.9.26), con il commento di Bhaktivedanta Swami Prabhupada, che quest'oggi desidero offrirvi come spunto di riflessione e meditazione.
Il contesto è quello della fine della battaglia di Kurukshetra con Bhismadeva in punto di morte, trafitto su di un letto di frecce, che consegna a Maharaja Yudhisthira le regole d'oro del Dharma e le qualità che ogni essere umano dovrebbe sviluppare.


Quando la pratica spirituale conduce all'Amore

Quel che si costruisce sulle fondamenta dello Spirito è ben saldo, poiché la Realtà non è mai causa di delusioni. Ogni elemento materiale o prakritico, a prescindere dalla sua specifica natura e composizione, ha invece un comune denominatore: l'instabilità. E quando una persona, che sia uomo o donna, giovane o vecchio, si attacca ad uno di questi aggregati, è costretta a soffrire.
Più volte abbiamo evidenziato che l'origine di tutti i mali è il falso ego, ahamkara, quando il soggetto si identifica con ciò che non è. Da questa falsa identificazione nascono tutti i condizionamenti, klesha. Non esistono “problemi spirituali”. Lo Spirito non conosce problemi. I problemi sono di ordine fisico o psicologico.


Quando un'azione può definirsi servizio devozionale?

Recentemente una cara persona mi ha chiesto alcuni chiarimenti sul concetto di servizio devozionale.
Poiché il tema è di grande rilevanza, desidero condividere anche con voi alcune riflessioni che ho offerto nell'occasione. Il tema – ho premesso - è delicato e complesso, quindi difficile è dare una risposta sinteticamente in forma scritta che non lasci adito a fraintendimenti o comprensioni parziali.
Offro dunque intanto degli spunti di riflessione che poi in seguito approfondiremo con chi interessato, anche attraverso vostre eventuali domande.


  • Matsyavatara.com Official Blog
  • Matsyavatara.com Official Blog

    Questo sito è gestito dai discepoli di Shriman Matsyavatara dasa Prabhu. Vi puoi trovare audio MP3, foto, video, articoli, memorie e riflessioni del nostro Guru Maharaja. Se vuoi collaborare ed aiutare a migliorare questo servizio, ti preghiamo di contattarci!