This site uses cookies. If you don't change the browser settings, you'll accept. Learn more.

Appunti sugli Yogi dell'Amore Divino

Care devote e devoti, omaggi lodi e glorie a Shrila Prabhupada e a Shri Shri Radha Govinda Deva. Prego il Signore che stiate bene.
Con gioia, condivido con voi questi insegnamenti che ho tratto da uno studio comparato che sto facendo tra i Padri del deserto (i primi devoti cristiani che per scelta vivevano nel deserto tra il IV e il V secolo d.C.), veri e propri yogi, e i grandi devoti di Krishna e Maestri della tradizione Vaishnava, come Bhaktivinoda Thakur, di cui potete leggere qui di seguito alcuni brani tratti da “Sharanagati”e dall'inno sacro “Gurudeva”.

Abba Teona disse: “Voglio colmare il mio spirito con Dio".
Bhaktivinoda Thakur: “Signore! Ascolta, ti prego, la mia storia di mestizia. Ho bevuto il veleno mortale della mondanità, credendo fosse nettare e ora cala la luce sull’orizzonte della mia vita.
Ora ti prego, ascoltami, Signore! Sono ridotto allo stremo. Senza la Tua misericordia, tutto è perduto. Ti prego, concedimi rifugio ai Tuoi piedi di loto.
Tu sei il mio unico protettore e mantenitore. Non c’è speranza per me se non i Tuoi piedi di loto”.
Abba Giovanni disse: "Io sono seduto nella mia cella e guardo in faccia ai cattivi pensieri venirmi contro, e quando non so più farvi fronte, mi rifugio in Dio con la preghiera, e sono salvo dal nemico".
Bhaktivinoda Thakur: “Non trovo la forza per risollevarmi e trascorro le ore a lamentarmi amaramente. Tu sei chiamato Signore degli umili e dei modesti! L’unica mia speranza è prendere rifugio ai Tuoi piedi di loto.
Mai vi fu anima tanto affranta. Ti prego, sii misericordioso, concedimi la compagnia dei Tuoi devoti; se gusto il piacere dell’ascolto delle Tue glorie, abbandonerò ogni male.
Mi riscalda il cuore una speranza: trascorrere giorno e notte a cantare il Tuo santo Nome, vivendo nella Tua divina dimora. Bhaktivinoda, Tuo servitore, Ti implora di concedergli un posto all’ombra suprema e rinvigorente dei Tuoi piedi di loto.
Signore, ho finalmente compreso che dai Tuoi piedi in eterno fluisce il dolce nettare che sbaraglia dolore e paura.
Sereno, ho abbandonato me stesso e i miei possessi ai Tuoi piedi di loto, prendendo rifugio in Te.
Signore, Tu certamente mi proteggerai. Non esistono altri protettori in questo mondo dominato dalla nascita e dalla morte”.
Abba Poemen diceva che Abba Giovanni Colobos aveva pregato Dio di togliergli le passioni e di essere libero da ogni pensiero. Ed egli andò a dire ad un vegliardo: "Mi vedo nella pace, non avendo alcuna battaglia da combattere".
E il vegliardo gli rispose: "Va', supplica Dio di aver di nuovo da lottare, con l'afflizione e l'umiltà che avevi prima; poiché è con il combattimento che l'anima avanza".
Quindi supplicò Dio e, quando venne la lotta, non pregò più perché gli fosse tolta ma disse: "Signore, dammi la resistenza per non soccombere".
Bhaktivinoda Thakur: “O Maestro, con una goccia della Tua misericordia rendi questo Tuo servitore più umile di un filo d'erba. Dammi la forza per sopportare tutte le prove e le tribolazioni e liberami dal desiderio di onore personale”.
“Signore, Ti renderò servizio, nella Tua casa, e mai cercherò di godere dei frutti di quel servizio. Anzi, combatterò perché ogni piacere sia Tuo.
Ogni ostacolo incontrato nel Tuo servizio è causa di grande gioia, perché servendo Te con devozione, gioia e dolore sono Tue grazie. Senza distinzioni, entrambe, annientano la miseria dell'ignoranza.

Website managed by Shriman Matsyavatara dasa Prabhu's disciples. You can find MP3 sound files, photos, videos, articles, memories and reflections of Guru Maharaja. If you'd like to participate and help us improve this service, please contact us!
© Copyright 2020 Matsyavatara.com, tutti i diritti sono riservati.