NOTA! Questo sito utilizza i cookies. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più.

His Divine Grace A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada Founder-Acarya of the International Society for Krishna Consciousness

His Divine Grace A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada Founder-Acarya of the International Society for Krishna Consciousness

A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada (1896-1977) is the Founder-Acharya of the International Society for...
  • His Divine Grace A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada Founder-Acarya of the International Society for Krishna Consciousness
  • His Divine Grace A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada Founder-Acarya of the International Society for Krishna Consciousness

    A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada (1896-1977) is the Founder-Acharya of the International Society for Krishna Consciousness (ISKCON) and the world’s foremost teacher of Krishna Bhakti in the 20th century.
    Born in India as Abhay Charan De, Abhay received a classical European education from Calcutta’s prestigious Scottish Church College. However, as a political activist and early follower of Gandhi’s civil disobedience movement, he rejected his diploma in protest of British rule in India. Several years later, after a life-changing encounter with Bhaktisiddhanta Sarasvati Thakur, a prominent scholar and spiritual teacher who explained that the practice of Krishna Bhakti is too important to wait for political reform, Abhay redirected his attention from politics towards the cultivation of spiritual life and community.
    Bhaktisiddhanta represented the ancient tradition of Krishna Bhakti, the yoga of devotion, based on the teachings of the Bhagavad-gita. Upon their first meeting, Bhaktisiddhanta asked Abhay to bring the teachings of Bhagavad-gita and the practice of Krishna Bhakti to the West. Inspired by the depth of Bhaktisiddhanta’s devotional wisdom, Abhay became his lifelong student.
    After four decades of learning and practice, while simultaneously running his own business and supporting his family, Abhay took formal vows of sannyasa, or celibate priesthood. In preparation of his journey to the West, Abhay settled in the holy city of Vrindavan, India and began translating the Sanskrit verses of the Bhagavad-gita and the Srimad-bhagavatam into English and writing elaborate commentaries explaining each verse. During this time, Abhay was given the title Bhaktivedanta in recognition of his advanced scholarship and spiritual realization.
    In 1965, at the age of 69, Bhaktivedanta departed from India with unremitting determination to fulfill his teacher’s request. After a month-long voyage, having suffered two heart attacks while aboard an Indian cargo ship, Bhaktivedanta arrived at a lonely Brooklyn pier with seven dollars in Indian rupees and a trunk of ancient Sanskrit scriptures translated into English.
    Although faced with many hardships, Bhaktivedanta began giving Bhagavad-gita classes in Bowery lofts and leading kirtan (devotional chanting) in Tompkins Square Park. His sincerity attracted the attention of young seekers, eager to learn more about meditation and Eastern spirituality. With their help, Bhaktivedanta rented a small storefront in New York’s Lower East Side and continued giving daily classes and leading kirtan.
    Inspired by the support of his young American students, Bhaktivedanta established ISKCON (International Society for Krishna Consciousness) with the hope that his students’ enthusiasm would continue to grow. The following year, Bhaktivedanta was asked to establish ISKCON in San Francisco, where hundreds of more students began regularly attending his classes and kirtans.
    In the following 11 years, Bhaktivedanta (again honored with a new title – Srila Prabhupada) circled the globe 14 times, bringing Krishna Bhakti to tens of thousands of people on six continents. With their help, he established centers and projects throughout the world including temples, ashrams, farm communities, schools, universities, and what would become the world’s largest vegetarian food relief program.
    During this time, Srila Prabhupada continued his translation work and authored an unprecedented number of books, over 70 titles, subsequently translated into 76 languages. His most prominent works include: Bhagavad-gita As It Is, the 30-volume Srimad-bhagavatam, and the 17-volume Sri Caitanya-caritamrita.
    In 1977, at the age of 81, A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada passed away in Vrindavan, surrounded by his loving disciples who continue to preserve his legacy. Although the teachings of Krishna Bhakti had rarely ventured beyond India’s borders, by the extraordinary devotion and determination of Srila Prabhupada, tens of millions of people around the globe now benefit from the timeless practice of Krishna Bhakti.

    MORE INFO HERE
  • His Divine Grace A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada Founder-Acarya of the International Society for Krishna Consciousness

Quando un'azione può definirsi servizio devozionale?

Recentemente una cara persona mi ha chiesto alcuni chiarimenti sul concetto di servizio devozionale.
Poiché il tema è di grande rilevanza, desidero condividere anche con voi alcune riflessioni che ho offerto nell'occasione. Il tema – ho premesso - è delicato e complesso, quindi difficile è dare una risposta sinteticamente in forma scritta che non lasci adito a fraintendimenti o comprensioni parziali.
Offro dunque intanto degli spunti di riflessione che poi in seguito approfondiremo con chi interessato, anche attraverso vostre eventuali domande.

Add a comment

Leggi tutto


Celebrazione della scomparsa di Sua Divina Grazia A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada

Care devote e cari devoti,

Omaggi. Lodi e glorie a Shrila Gurudeva e Shrila Prabhupada!

Quest’oggi, ricorre la scomparsa di Shrila Prabhupada alla quale il nostro amato Maestro Spirituale ha dedicato una profonda e lunga riflessione stamane all’alba.

Ricordi che hanno suscitato un alternarsi di gioia e commozione, nostalgia e speranza misti al senso di gratitudine verso Colui al quale è volto questo dolce pensiero.

Add a comment

Leggi tutto


Scadenza ultima per lettera di Vyasapuja: 15 novembre 2016!

Si avvicina il termine ultimo per la consegna della lettera di Vyasapuja per il nostro amato Guru Maharaja, Shriman Matsyavatara Prabhu.

15 novembre 2016

è infatti l’ultimo definitivo termine disponibile per la consegna, dopodiché non avremo la possibilità di inserire altre lettere nel libro di Vyasapuja, poiché dobbiamo rispettare determinati tempi tecnici indispensabili per l'impaginazione e la stampa del libro.

Add a comment

Leggi tutto


Il Mantra

C’è una forma di Yoga chiamata nada-yoga che è conosciuta come mantrica, ovvero che utilizza il mantra.
Attraverso l’utilizzo di suoni sacri, ci si può accostare a dimensioni diverse da quelle che l’umano generalmente frequenta.
Il termine sanscrito mantra significa 'strumento di pensiero', e anche 'ciò che protegge o libera la mente'. La vibrazione sonora del mantra, infatti, armonizza la mente e la libera dai pensieri tossici.

Add a comment

Leggi tutto


La pratica del Maha Mantra - Sondaggio

Care devote, cari devoti,
in coda a questo post troverete un link che rende disponibile un sondaggio relativo ad una ricerca sulla pratica del Mahamantra. Questo sondaggio lo sta svolgendo il Centro Studi Bhaktivedanta con la collaborazione della Psicoterapeuta Caterina Carloni, che da anni segue gli insegnamenti del nostro Guru Maharaj Shriman Matsyavatara Prabhu, trovando un'ottima sintesi tra i principi della psicologia Yoga e della psicologia moderna. Chiediamo cortesemente a tutti coloro che praticano la meditazione di dedicare alcuni minuti del loro tempo per rispondere a semplici domande, utili per raccogliere dati significativi circa l'applicazione di questa antica pratica.
Grazie di cuore per la collaborazione!

VAI AL SONDAGGIO!

Add a comment

Lo spirito di offerta

Ogni vita incarnata finisce in una tragedia. Si passa dal comico al melodrammatico, dal drammatico al tragico.
E se noi in questo viaggio che è la vita incarnata abbiamo mancato di fare l’esperienza di Dio, che certo non significa soltanto averne sentito parlare, abbiamo mancato lo scopo del vivere.
La vita è per realizzare Dio, per amarlo, per servirlo, per chiamarlo, invocarlo, evitando di incorrere nelle offese (dasha aparadha), operando in armonia e coerentemente alle sue leggi e alle sue promanazioni, Vishnu tattva e Jiva tattva, ai suoi messaggeri e ambasciatori in questo mondo.

Add a comment

Leggi tutto


L'Incontro

Gli ostacoli sono parte integrante del percorso spirituale. Ci stimolano a superare i nostri limiti.
Ognuno di noi sta viaggiando su di un veliero. Incontra dunque giornate di vento in poppa e giornate di vento contro, in cui anche per fare soli pochi centimetri dura molta fatica.
La voce interiore che in quei momenti ti dice che non ce la fai, che forse questa non è la tua via, è la voce della mente.
Non lasciarti confondere. Non lasciarti ingannare.

Add a comment

Leggi tutto


Il diamante del Nome divino

La centralità della nostra vita spirituale è il canto del santo Nome. 

Il santo Nome è il seme e al tempo stesso anche l'albero di tutta la nostra evoluzione. Per questo occorre invocarlo con massimo impegno e attenzione, con tutta l'affettività di cui siamo capaci: che converga tutta verso il santo Nome.

Il santo Nome ha un effetto straordinario: è in grado di trasformare ogni evento o desiderio frutto di un pessimo karma passato in una pietra preziosa, in un diamante luminoso, Harinama cintamani. 

Ed è così, con queste pietre preziose, che noi costruiamo la nostra vita, con questi pensieri, sentimenti,  visioni, desideri purificati dal Nome divino.

Add a comment

Leggi tutto


La Sorgente d'Amore e Felicità

Radhastami 2016

Nessuno di noi può sottrarsi alla felicità, non può non aspirare ad essa, perché la felicità è la nostra natura costitutiva. Al di là delle nubi splende sempre il sole: la felicità. Abbiamo solo da superare le ombre che la nostra stessa mente proietta e i limiti che ci siamo imposti. Nel momento in cui ben ci predisponiamo, quei limiti vengono superati e ci si libera dagli incubi.

Add a comment

Leggi tutto


  • Matsyavatara.com Official Blog
  • Matsyavatara.com Official Blog

    Questo sito è gestito dai discepoli di Shriman Matsyavatara dasa Prabhu. Vi puoi trovare audio MP3, foto, video, articoli, memorie e riflessioni del nostro Guru Maharaja. Se vuoi collaborare ed aiutare a migliorare questo servizio, ti preghiamo di contattarci!