NOTA! Questo sito utilizza i cookies. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più.

  • Home
  • Appunti di Viaggio

L'Arte di Educare

Caitanya MahaprabhuOccorre un certo livello di maturità, di comprensione e realizzazione per capire l'importanza della compagnia dei devoti, ovvero il privilegio di stare con persone che lealmente e continuativamente si dedicano a kirtaniya sada Hari, ovvero che ricercano sempre il contatto con il Signore.
Non di privilegio di nascita o di casta si tratta, ma di un privilegio che è appannaggio di chi è evoluto o di chi saldamente ricerca l'evoluzione.
Chi ha sviluppato sensibilità ed alte virtù, e la vita umana è fatta apposta per acquisirle, sa che per riuscire in questa impresa una guida è indispensabile, così come la buona compagnia.
La vita ci fa esami periodici per capire quanto abbiamo sviluppato quelle qualità e virtù. Come i professionisti hanno necessità di aggiornamenti continui per continuare a far bene la loro professione, così anche gli aspiranti spiritualisti hanno necessità di un'educazione continua. Per questo la buona compagnia, una compagnia evoluta ed evolutiva, è indispensabile.

Add a comment

Leggi tutto


Vrindavana: In Viaggio per incontrare Dio

Matsyavatara dasa - Marco Ferrini

Vale la pena affrontare la distanza che divide i continenti con molte ore di volo e un lungo tragitto in auto, gravido di tutte le incognite che possono annidarsi e di cui tener conto prima di partire, a fronte di un breve soggiorno nella sacra terra di Vrindavana?
Cercavo una risposta razionale e desistevo dall’affrontare il viaggio, pur soffrendo in cuor mio alla rinuncia, che mi pareva così sensata. Quasi a venire in sostegno a quel recondito desiderio, forse per metterne alla prova l’autenticità, è giunta la soluzione che la sola mente non sarebbe stata in grado di trovare e gestire.

Add a comment

Leggi tutto


Quel che dite o pensate, è utile per voi e per gli altri?

Matsyavatara dasa - Marco Ferrini

Quel che ascoltiamo, desideriamo, pensiamo o memorizziamo, è il nostro cibo per la mente e, come ci nutriamo, così diventiamo.

Dobbiamo perciò essere molto attenti e, con grande sensibilità, fare scelte accurate.

Una volta ad Atene, a Socrate si avvicinò una persona che cominciò a parlargli male di un'altra. Socrate la interruppe e le disse: "Ti sei chiesto se a me interessa quel che stai dicendo? E se quel che mi stai dicendo è utile per me?"

Come si sceglie accuratamente il cibo per il corpo, ancor più occorre esser scrupolosi e prudenti con il cibo per la mente, e questa capacità si acquisisce soprattutto grazie all'impegno regolare nelle pratiche spirituali del mattino (brahma-muhurta).

Queste tre-quattro ore così dedicate sono di grande ricchezza: l'oro del mattino. Ci rendono infatti visibili gli errori compiuti, si chiarisce il nostro orientamento... Non crediate di perdere tempo. Sapete invece che cosa accade? Che guadagnate tempo e incrementate la qualità di quel che ogni giorno compiete, piuttosto che continuare a fare errori su errori e poi tentare di riparare, e non tutto si ripara: ci sono infatti errori irreversibili, perché magari il nostro interlocutore è più fragile di voi, non riesce a perdonare, e così seguono anni ed anni di penose sofferenze per tutti.

Ci sembra di far tanto, ma non costruiamo nulla se non lo costruiamo sulla realtà.

Matsyavatar das

Dal Seminario sul Mahabharata, Volterra, 11 agosto 2014

Add a comment

Il Senso della Missione

Matsyavatara dasa - Marco Ferrini

Il tema di cui vorrei parlarvi attiene ad un concetto estremamente complesso, difficile da veicolare in tutta la sua profondità e nelle sue tante e variegate sfaccettature. Ma è talmente rilevante per la vita di uno spiritualista che, con umiltà, dovremmo essere soddisfatti con la parte che di esso riusciamo ad esprimere e a comprendere, senza quell'esosa presunzione di aver detto o compreso tutto. Provo ad esprimerlo in maniera succinta, essenziale, dunque con tutti i pro e i contro che ci sono quando si fa una sintesi.
La vita spirituale può cominciare in tanti modi, nelle maniere più svariate. Può cominciare quando abbiamo raggiunto il vertice della piramide sociale e, pur avendo ottenuto il successo, si prova un'intima insoddisfazione che non riusciamo a spiegarci né a comprenderne le cause, perché non scaturisce da niente in particolare. Tutti gli obiettivi possibili (fama, successo, ricchezza, potere...) sono infatti stati raggiunti, eppure, nonostante ci sia tutto, inclusa la salute, ci si accorge che in verità non c'è niente su cui possiamo veramente contare. Ciò accade quando scopriamo che tutto ciò che abbiamo conquistato è di natura effimera, transeunte, e che quindi questo genere di successo non può darci reale, duratura e profonda soddisfazione.
La sensazione che qui ho brevemente descritto non è molto comune, non la sperimentano tante persone, però la menziono perché rappresenta un estremo. Poi c'è l'altro estremo: una persona che non è riuscita a conseguire nulla di socialmente rilevante nella vita, che non è stata in grado di esprimere i suoi talenti, che ha fallito in campo professionale, in famiglia, nelle relazioni, che è sola e sofferente, e in questa condizione sente l'impulso e la necessità di trovare risposte e soluzioni al suo malessere.
Quale delle due categorie pensate sia la migliore?
Dal punto di vista evolutivo, nessuna delle due è a priori migliore dell'altra.

Add a comment

Leggi tutto


I Giochi Divini di Shri Ramacandra

Caitanya MahaprabhuShriman Matsyavatara Prabhu ci ha offerto stamani una bellissima lezione su Shri Ramacandra, di cui oggi celebriamo la ricorrenza della divina manifestazione.

Shrila Gurudeva:
Lo Shrimad Bhagavatam celebra Shri Rama ed i Suoi compagni eterni, che Rama porta con sé direttamente dal mondo spirituale come Sita, Lakshman, Bharata, Hanuman. Rama è la manifestazione del Signore supremo in una Sua forma speciale, che rappresenta l'emblema stesso del Dharma. 

Oggi leggeremo dallo Shrimad Bhagavatam, canto nono, le avventure di Shri Ramacandra. Shrimad Bhagavatam IX.10.1-22 "I giochi divini di Shri Ramacandra".

Commentando gli shloka, Shrila Gurudeva ci spiega:

Vibhishena, fratello di Ravana, era stato esiliato dal palazzo reale e aveva eletto dimora sulla spiaggia davanti al mare. Era stato allontanato perché le sue abitudini sattviche erano sgradite ai rakshasa. Quando vide Ramacandra, Vibhishena riconobbe in Lui una Figura Divina e andò subito ad offrirgli i suoi servigi. “Se volete entrare nella città fortificata di Lanka”, disse a Ramacandra, “vi spiego io come fare”. PER CONTINUARE A LEGGERE, CLICCA SU "LEGGI TUTTO"

Add a comment

Leggi tutto


Come superare una forte debolezza fisica e psicologica?

Matsyavatara dasa - Marco Ferrini

Durante l'esperienza di Visualizzazione Meditativa che si sta svolgendo in questo momento nel corso del Seminario del CSB ad Ozzano Emilia (Bo), una persona espone il suo seguente più grande ostacolo:
“Un forte stato di astenia, di debolezza fisica e psicologica”.

Ecco un estratto della risposta di Shriman Matsyavatara Prabhu (Marco Ferrini):

Non cercate di combatterla semplicemente ingoiando pillole. La compagnia di persone attive, fattive, costruttive, è la più grande medicina. State con persone che mentre parlano fanno. Non con persone che parlano senza fare o che fanno senza averci accuratamente pensato e quindi impulsivamente, senza un fine evolutivo.
Non vi isolate. La solitudine vi imprigiona e vi atrofizza. Sceglietevi una buona compagnia.
Inoltre, ciò che iniziate portatelo a termine.
Iniziate a prendervi questo impegno compiendo azioni semplici, che però siano portate a compimento e ben curate.
In questo modo, gradualmente, riguadagnate fiducia in voi stessi e nelle vostre potenzialità intrinseche. Lo stato di apatia deriva spesso da uno stato di sfiducia che si è prodotto a seguito di insuccessi o fallimenti che la persona ha sperimentato nella sua vita.

Add a comment

Il Canto nel Cuore

Matsyavatara dasa - Marco Ferrini

Dall'incontro di oggi a Bhaktibhavan, Ponsacco, condotto da Shrila Gurudeva Shriman Matsyavatara Prabhu, dedicato alla preparazione di chi aspira all'iniziazione spirituale.

"L'incontro di oggi è dedicato alla relazione archetipica Guru-discepolo.
Molti non ricordano questa relazione e il sentiero della realizzazione spirituale ma questa relazione e questo sentiero ci sono da sempre e per sempre. Come noi ci siamo da sempre e per sempre. Quando la coscienza ci illumina, allora li vediamo ben illuminati e tracciati. Oggi siamo qua per liberare la relazione e il sentiero da magie, superstizioni, atteggiamenti infantili. É un lavoro meraviglioso che richiede tempo. Cercate di non perdere neanche un attimo. Stiamo parlando della quintessenza della realtà, non delle apparenze. Stiamo parlando non del relativo ma dell'assoluto, ed è difficile parlare dell'Assoluto a chi è immerso nel relativo. Occorre un esercizio costante per risvegliare e sviluppare la propria consapevolezza.
Anch'io faccio esercizi quotidiani per permettere alla luce della coscienza di rimanere accesa. Chi non è in grado di fare questo esercizi tutti i giorni, non prenda l'iniziazione spirituale. Questi esercizi non solo sono utili, di supporto e importanti, ma sono indispensabili. Se questi esercizi vengono meno un giorno, poi un altro e si trascurano per più tempo, le persone diventano litigiose, confuse, piene del loro ego. E che cooperazione può esserci tra persone immerse nel proprio ego?
Che ciascuno di voi conduca la propria vita conducendola con le luci della coscienza accese, non al buio. E Non pensiate che le luci, una volta accese, rimangano comunque accese. Occorre un impegno dedicato costante.
L'incontro di oggi verrà scandito da riflessioni su alcune delle più importanti laudi e preghiere della nostra Tradizione, che canteremo assieme.

PER CONTINUARE A LEGGERE, CLICCA SU "LEGGI TUTTO"

Add a comment

Leggi tutto


Leader tra due Mondi: Terra e Cielo!

Matsyavatara dasa - Marco Ferrini

Siamo ad un Seminario con Shriman Matsyavatara Prabhu (Marco Ferrini) a Silea, Treviso, in cui si affronta il tema: "Etica ed Impresa: Come Realizzare un'Autentica Leadership del Benessere".

Una quarantina di persone sono raccolte in ascolto, ispirate dagli insegnamenti così importanti che il nostro Maestro ci offre.

Eccone un estratto:

Se vogliamo diventare leader, dobbiamo diventare leader del dharma, perché fuori dal dharma non c'è benessere.
Il rispetto del dharma ci consente di avere una leadership equilibrata, sattvica, virtuosa. Qualsiasi tipo di leadership, se è in armonia con il dharma, è luminosa e benefica con tutti. Non ha necessità di corrompere per avere voti di scambio, perché le persone tendono a seguire naturalmente un leader che segue il dharma. Perché tutti hanno il dharma inscritto nel cuore. Il concetto di dharma indica un ordine antropocosmico, un rapporto costante -spesso invisibile- tra terra e cielo.
Il dharma è un ordine sovrano precostituito di natura celeste. Non è stato scritto dagli uomini, anche se alcuni tra essi ne hanno svelato i segreti, come Archimede, Aristarco, Tolomeo, Euclide fino ad arrivare ad uno dei più grandi scienziati, Galileo, che ha avviato la scienza sperimentale.
Nel Dialogo tra i Massimi Sistemi, Galileo dice: la Natura parla una lingua e questa lingua è la matematica. I massimi sistemi, gli astri, i corpi celesti dialogano attraverso funzioni matematiche, precise, preordinate.
PER CONTINUARE A LEGGERE, CLICCA SU "LEGGI TUTTO"

Add a comment

Leggi tutto


Dal Timor di Dio all'Amore per Dio

Matsyavatara dasa - Marco Ferrini

Siamo a Silea, presso il Centro Karuna.

Shriman Matsyavatara Prabhu ci sta offrendo insegnamenti di grande valore.

Ecco un estratto in diretta per voi.

Shriman Matsyavatara Prabhu:

Che cosa dà all'uomo la forza di rialzarsi dopo innumerevoli cadute, sconfitte, errori che ha compiuto?
La speranza, dice il proverbio, è l'ultima a morire. E io l'ho corretto nel modo che segue: la speranza non muore mai.
La speranza ha sorretto tante persone nel loro viaggio periglioso.
Ma che cos'è la speranza? Che senso ha per noi?
E noi chi siamo?
Per comprenderlo riflettiamo sul fatto che non possiamo sentirci completamente appagati soddisfacendo le sole necessità corporee. Se non fosse così, non sarebbe esistita la filosofia che non risponde a bisogni materiali. La filosofia offre risposte su ben altri piani ma è anche di queste risposte che l'uomo necessita e ancor più della filosofia le offre la realizzazione spirituale.
La religione senza la filosofia sarebbe pericolosa perché scadrebbe nel sentimentalismo e nel fatalismo, e la superstizione penetrerebbe la religione senza la possibilità di tener separate queste due realtà: l'una luminosa (la religione) e l'altra tenebrosa (la superstizione).
Di contro la filosofia senza la religione resterebbe un qualcosa di arido. L'intelletto che non accede al sacro è come una bestia che si muove velocemente ma chiusa in gabbia.
Esiste la struttura fisica (il corpo), quella psichica-intellettuale (la mente e la buddhi) e poi l'essere spirituale eterno che siamo noi, il purusha, l'atman.
L'essere vivente imprigionato nella struttura energetica psichica vaga da un corpo ad un altro, ma la sua natura è oltre la materia grossolana e sottile.
Quando ero un bambino guardavo ammirato i portoni dei palazzi antichi, con possenti cariatidi di pietra, e chiedevo: ma chi ha costruito questi palazzi, dov'è ora?

PER CONTINUARE A LEGGERE CLICCA SU "LEGGI TUTTO"

Add a comment

Leggi tutto


Ascoltando il Mahabharata

Riflessione ai piedi del MaestroMatsyavatara dasa - Marco Ferrini

Durante questo seminario, molteplici sentimenti e pensieri si sono intrecciati in un susseguirsi di condivisioni tra noi discenti, e momenti di raccoglimento e più intime considerazioni. Il Mahabharata narra le vicende di esseri umani, di uomini e donne che rappresentano poliedrici aspetti nei quali ognuno può riflettersi. Il Mahabharata è lo specchio del divenire della vita umana, un alternarsi tra vette e abissi nel cammino esistenziale, lungo il quale i pericoli che incontriamo sono spesso l’esito delle nostre scelte, dei nostri comportamenti.

Add a comment

Leggi tutto


Matsyavatara.com

Questo sito è gestito dai discepoli di Shriman Matsyavatara dasa Prabhu. Vi puoi trovare audio MP3, foto, video, articoli, memorie e riflessioni del nostro Guru Maharaja. Se vuoi collaborare ed aiutare a migliorare questo servizio, ti preghiamo di contattarci!