NOTA! Questo sito utilizza i cookies. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più.

    Diario del Seminario sulla Bhagavad-gita: inizia il Viaggio!

    Prabhupada desh, 22 aprile 2011

    Siamo da poco arrivati presso la comunità spirituale di Prabhupada desh per partecipare al Seminario di Shrila Gurudeva dedicato alla Bhagavad-gita: “Viaggio alla scoperta della Felicità”. Arrivati, ci accolgono i sorrisi dei devoti, la gioia di ritrovare tante persone care.

    “Il tempo è quanto di più prezioso abbiamo. Un'ora o un giorno trascorsi in modo futile non si possono avere indietro né con il denaro, né con qualsiasi altro bene di questo mondo. Ogni creatura ha il tempo contato in una determinata incarnazione. Il suo viaggio può essere evolutivo, e dunque gioioso e affascinante, oppure può essere contrassegnato da degrado e sofferenza, e in questo caso la morte incontrerà una persona che è già morta (dentro) e non lo sa. E' la qualità della nostra coscienza e la conseguente gioia che si sperimenta che misurano la nostra partecipazione alla vita. La gioia spirituale è l'essenza stessa dell'essere (ananda maya bhyasat), e così ognuno di noi è alla ricerca perenne di quella felicità. I disastri arrivano quando andiamo a cercarla nei luoghi sbagliati.

    Raccolti in ascolto

    E' in questa ricerca della felicità che la Bhagavad-gita si colloca. In questo seminario studieremo il nono canto, dedicato a quella che Shri Krishna definisce la conoscenza più confidenziale. Qui attraverso insegnamenti sublimi, alcuni dei quali appaiono come antinomie che sfidano la logica ordinaria, ci viene presentato un percorso che, anche per coloro che non conoscessero i primi otto canti dell'opera, permette di immergersi subito nel vasto mare dell'essere, alla ricerca del proprio porto sicuro.

    Add a comment

    Leggi tutto


    Realizzare il senso e la funzione evolutiva della morte

    Milano, 17 aprile 2011

    Siamo a Milano. In una bella giornata primaverile, in cui la Natura ci parla di vita e rinascita, ci incontriamo con Shrila Gurudeva per riflettere sul senso e sull'utilità evolutiva della morte. Ci viene data l'opportunità di una meravigliosa scoperta! La morte ci fa paura solo perché non la conosciamo.

    Shrila Gurudeva:

    “Se rimandiamo la riflessione sul tema della morte, operiamo contro di noi.

    Se la morte è l'unico fatto certo della vita (nella vita ci può capitare di tutto, meno che non morire!), perché questo unico dato certo non viene preso sul serio come merita? Perché non viene colta l'occasione per approfondire una riflessione in merito? Perché si vive come se la morte non ci fosse? Perché tendiamo a non prepararci in previsione di questo unico fatto certo e ci occupiamo di tutt'altro, quando tutto il resto è discutibile e solo probabile? Ci si prepara per diventare questo o quello, per imprese che non è neanche certo che possano farci conseguire il risultato prefisso, mentre il viaggio della vita ha sicuramente un epilogo e questo epilogo è la morte. Non vi appare strano il fatto che le persone vivono come se la morte non ci fosse? La morte viene ignorata o rimossa solo perché ci fa paura ed è la paura ci fa distrarre da questo reale problema. Ma che frustrazione quando accantoniamo un problema invece che risolverlo!

    Add a comment

    Leggi tutto


    Correggersi è divino!

    Siamo ad una conferenza di Shrila Gurudeva in Villa Borromeo a Senago (Milano). Il tema è: "Tradimento, Rancore, Perdono"... e come sottotitolo potremmo intitolare questo evento: "Errare è umano, perseverare è diabolico, correggersi è divino".

    Shrila Gurudeva: “Come rimanere in equilibrio superando la sofferenza e l'instabilità mentale prodotta da una delle più grandi offese che ci lacera dentro, quella del tradimento, simile ad una voragine che si apre sotto ai nostri piedi?”

    Diverse possono essere le cause del tradimento. Shrila Gurudeva le descrive, identificandone le principali caratteristiche.

    Matsya Avatara Prabhu a Villa Borromeo

    “Il tradimento può essere provocato dall'invidia, oppure dalla noia o dall'ozio, o ancora dal piacere dell'inganno. È molto difficile andare d'accordo con gli esseri umani, ciascuno con tutte le proprie complessità, luci e ombre. E' una pretesa assurda aspettarsi di avere relazioni profonde, vivaci, appaganti, soddisfacenti, senza che mai ci siano fraintendimenti, controversie, crisi. Le increspature sulla superficie del grande mare delle relazioni sono inevitabili, anzi qualche volta dobbiamo essere pronti a far fronte anche a qualche tempesta. Non avremo sempre il vento in poppa, e da un certo punto di vista è forse molto meglio così... perché? Perché le crisi ci aiutano a superare i nostri limiti. Non vanno certo cercate, ma quando arrivano dobbiamo essere pronti ad accoglierle, traendone la grande lezione che ci offrono.

    Add a comment

    Leggi tutto


    La realizzazione più alta è quella dell'Amore

    Sta finendo il Seminario ad Ozzano sulle relazioni...insegnamenti grandi ci sta offrendo il nostro Maestro.

    "Nel samadhi oggetto e soggetto partecip­ano della stessa natura simultaneamente ed è questo ciò che avviene quando si costruiscono rapporti di autentico amore. La fusione dell'eros è condizionata dal tempo, mentre nell'amore esiste sì un tempo, ma ben diverso da quello che sperimentiamo ordinariamente: il tempo dell'amore è un infinito presente. Mentre il corpo si trasforma nella corsa accelerata dalla culla alla tomba, il tempo dell'essere – svincolato da qualsiasi struttura di materia – è un eterno presente. Passano i corpi, ma non le relazioni, se siamo custodi qualificati, persone veramente capaci di entrare in contatto con l'altro, con la sua natura divina, valorizzandone le potenzialità. E questo stato dell'essere lo si può sperimentare qui ed ora! Che cosa sarebbe la nostra vita se non fosse “attualizzazione”?

    {rokbox title=|Radha Govinda Deva|}images/stories/blog/shri_balaji_2011-04-09.jpg{/rokbox}

    Add a comment

    Leggi tutto


    Seminario di Shrila Gurudeva: come armonizzare le nostre relazioni

    Ozzano Emilia, 9 aprile 2011

    Arrivati a casa dei cari devoti che ci ospitano, Shrila Gurudeva ci anticipa alcune riflessioni sul tema del Seminario di oggi: “La ricerca di armonia nelle relazioni”. Siamo di fronte alla meravigliosa Divinità di Shri Balaji. L'atmosfera è quella che sempre pervade e circonda il nostro Maestro: indescrivibile quanto inconfondibile, densa di emozioni spirituali, di idealità e concretezza coerente, di purezza e visione.

    “Prego il Signore di poter favorire la vostra comprensione su di un tema così delicato e importante, e soprattutto di ispirarvi a mettere in pratica i valori che sono alla base delle relazioni evolutive. Si soffre per l'incapacità di portare armonia nelle relazioni, quando si tendono a creare continuamente conflitti a causa dei propri condizionamenti. Le difficoltà relazionali fanno soffrire più gente delle guerre, più delle epidemie e, di contro, le buone relazioni sono il più grande patrimonio che si possa costituire nel campo del benessere, a costo zero. Vivere le relazioni in maniera pacifica, senza tensioni, è la base per costruire rapporti di livello sempre più alto, sulla base di un sistema di valori condivisi. Questi ultimi rappresentano le fondamenta, mentre il vertice della struttura è la condivisione d'intenti e la fiducia reciproca che niente può più scalfire la relazione, nemmeno le più grandi prove o difficoltà, perché ormai non si accampano più sospetti, dubbi, fraintendimenti, ma regnano stima, affetto, amore. La durata della relazione non è l'unico criterio che ne caratterizza la qualità. Quel che veramente ne costituisce l'imprinting è l'attitudine costruttiva-evolutiva.”

    In una giornata primaverile che anticipa la calura estiva, arriviamo sul posto dove si terrà il Seminario e con i devoti ci predisponiamo per accogliere le persone che hanno deciso di partecipare. Cerchiamo tutti di predisporci interiormente all'ascolto.

    {rokbox title=|Partecipanti al Seminario|}images/stories/blog/seminario_ozzano__partecipanti_2011-04-09.jpg{/rokbox}

    Add a comment

    Leggi tutto


    Conferenza di Shrila Gurudeva in diretta video da tutta Italia

    Siamo all'Università degli Studi di Bologna. Shrila Gurudeva sta tenendo una conferenza sul tema: “La ricerca di armonia nelle relazioni”.
    Sono presenti oltre trecento persone. L'evento, per la prima volta nella nostra storia, è seguito in diretta video anche da Roma e, tramite Facebook, da tutta Italia.

    L'Amore universale, la Bhakti, risplende in ogni parola del nostro Maestro, e le persone presenti stanno seguendo con grande attenzione e trasporto.

    Ecco alcuni insegnamenti...

    Shrila Gurudeva: “La relazione vive sulla base della lealtà, che dovrebbe essere coltivata non solo tra umani, ma si dovrebbe esprimere anche nei confronti degli animali e dell'ambiente in cui viviamo.
    Dunque la lealtà è valore e principio fondamentale da mettere in pratica se vogliamo avere buone relazioni. Duplicità, inganno, falsità uccidono le relazioni.
    Oltre ad essere leali, è importante essere solidali e rispettosi verso gli altri: capire che cosa fa soffrire, che cosa fa gioire, che cosa fa crescere o stagnare.
    Portare armonia nelle relazioni significa partecipare allo sviluppo degli altri, favorire l'evoluzione umana e spirituale di chicchessia.

    Shrila Gurudeva all'Università di Bologna

    Add a comment

    Leggi tutto


    Essere o diventare coscienti di Dio

    Cari devoti,
    vi prego di accettare i miei rispettosi omaggi. Glorie a Shrila Gurudeva e a Shrila Prabhupada. Jaya Shri Shri Radha Govinda Deva!
    Shrila Gurudeva ci ha donato un'altra bellissima e ispirante riflessione. Con misericordia e purezza ci sostiene e ci aiuta nel nostro percorso spirituale. Ci  dà l'orientamento, i mezzi per raggiungere la meta, la forza per proseguire nel percorso, il gusto di assaporare l'Amore puro che a gocce si può sperimentare anche cammin facendo, se ci impegniamo con rigore secondo gli insegnamenti di Guru. Shastra e Sadhu.
    Buona lettura e buon proseguimento del Viaggio!
    Con affetto,
    vostra servitrice,
    Madhavipriya dasi

    Shriman Matsya Avatara Prabhu

    Add a comment

    Leggi tutto


    525 anni dall'apparizione di Shri Caitanya

    Bhakti bhavan, 19 marzo 2011

    Siamo con Shrila Gurudeva a Bhakti bhavan e celebriamo con i devoti la ricorrenza dell'apparizione di Shri Caitanya Deva. Una giornata, ci ha detto ieri Shrila Gurudeva, da dedicare all'Amore divino, al canto dei santi Nomi per invocare la Misericordia di Shri Caitanya, speciale manifestazione del Signore che è espressione stessa del Suo divino Amore. Preghiamo sin dal primo mattino chiedendo di poter essere purificati da ogni desiderio e contaminazione materiale e di poter essere toccati anche solo da una goccia di quell'oceano di puro immortale Amore che è Shri Caitanya Deva.
    Dopo aver offerto adorazione a Shrila Prabhupada e alle Divinità, vestite con meravigliosi abiti di fiori, profumatissimi giacinti, margherite e viole, Shrila Gurudeva ci offre insegnamenti che rendono la dolce e misericordiosa figura di Shri Caitanya così vivida e presente che ci pare di poterla toccare e sentire in quelle parole e nel gusto spirituale che esse evocano, nel sentimento d'Amore di cui sono intrise. 

    “Shri Caitanya è uno dei più grandi innamorati di Dio che la storia conosca, adorato in vita come Dio stesso.
    Siamo qui oggi per celebrare la sua gloria, il dono immenso che ha portato all'umanità nel suo insieme e a ciascuno di noi, trasmettendoci la conoscenza di una pratica spirituale così efficace e così facilmente applicabile nella vita di tutti i giorni da garantire a chiunque si metta d'impegno di ricevere doni d'inestimabile valore. Alcuni tra questi, e non i più importanti, sono la pace, la serenità, la contentezza e l'appagamento profondo, senso di benessere e scioglimento di tutte le tensioni. E qual è il tesoro davvero inestimabile che Shri Caitanya ci ha svelato e che colma il cuore di dolcezza? E' la felicità dell'anima, quella che in latino viene espressa con il termine “beatitudo” e che in sanscrito è indicata con la parola ananda. Ananda è una gioia in crescente espansione, come un dilatarsi del cuore, una felicità che non può essere per niente paragonata all'effimero piacere dei sensi o alle soddisfazioni della mente o dell'intelletto. Ananda è immediata, intuitiva, essenziale, prorompe dal cuore e lo illumina, induce al canto, alla danza, alla fratellanza, quella autentica che ci porta ad abbracciare ogni creatura. È proprio la realizzazione di questa fratellanza che faceva volare la bhakti al di sopra di qualsiasi considerazione di credo, religione, posizione sociale, livello culturale, casta o razza. La bhakti è indifferente a queste distinzioni o connotazioni esteriori. Essa attiene ad un livello profondo, quello del sé spirituale, che è condiviso da tutti gli esseri, a prescindere dalle loro strutture esteriori. Persino un cane, un pesce o una tartaruga possono percepire la bhakti, che è la cifra del loro stesso essere, e che dire un umano. La grandiosità dell'insegnamento di Shri Caitanya Deva consiste nell'aver vissuto la bhakti al livello più alto, superiore anche a quello che è possibile immaginare.
    Shri Krishna Caitanya appare in questo mondo nel 1486. Il nome che gli viene dato è Nimai, perché nasce a Shridham Mayapur sotto un grande albero di neem. I suoi  genitori, Jagannath mishra e Shaci devi, sono due persone straordinarie, di grande devozione.
    La figura di Caitanya Mahaprabhu mostra una notevole somiglianza con quella di Gesù di Nazaret, sia dal punto di vista della predicazione che dell'impatto che essi hanno avuto nella storia. Più studiate queste figure, più potete scoprire un comune portato di carità, compassione, amore spirituale di cui loro si fanno illuminati e sapienti portatori. Ambasciatori di quell'Amore che muove tutto e che scioglie anche i cuori di pietra.
    Le nubi non oscurano il sole ma solo una ridottissima porzione di spazio agli occhi di chi si trova sotto quelle nubi. Dunque il sole non è oscurato dalle nubi: per quanto grandi esse ci possano apparire, il sole è ancora più grande e potente. Così chi crede di non aver ricevuto la Luce di Shri Caitanya, non riduca il valore dell'opera immensa che Egli ha compiuto, che sta compiendo, che continua a compiere e che compirà in futuro. Fuor di metafora, le nubi rappresentano differenti forme di illusione che noi stessi abbiamo prodotto e dalle quali siamo oscurati. Shri Caitanya è venuto per dissipare la nostra illusione, per darci strumenti idonei per rischiarare il cielo nella nostra coscienza e renderlo terso.

    {rokbox title=|Shri Gauranga|}images/stories/blog/shri_gauranga2011_03_18.jpg{/rokbox}

    Add a comment

    Leggi tutto


    Una giornata dedicata all'Amore

    Cari devoti e devote, omaggi;
    lodi e glorie a Shrila Prabhupada e a Shri Shri Gaura Nitai!
    Shri Gaura Purnima, ki jay!
    He Krishna! He Govinda! He Gopala!
    Param vijayate Shri Krishna Sankirtanam!
    Ci tengo a condividere con voi il rasa con il quale auspico potremo vivere la giornata di domani, festeggiando la sacra ricorrenza dell'apparizione di Shri Caitanya Deva.                             

    Add a comment

    Leggi tutto


    Diario dal pellegrinaggio in India sulle orme di Shri Caitanya - Kothanda Rama Swami

    26/02/11 -  Kothanda Rama Swami (di Anantadeva dasa e Mukundacandra dasa)

    Il viaggio prosegue con una crescente consapevolezza di tutti i partecipanti. Quello che stiamo vivendo non è un viaggio ordinario, è altresì un viaggio dentro noi stessi, alla scoperta della nostra identità più intima. E' un viaggio dell'anima. E' interessante osservare le dinamiche che emergono nel corso dei giorni. Le lezioni di Shrila Gurudeva, le visite in luoghi così carichi spiritualmente, le relazioni che si instaurano tra i partecipanti, offrono, nel loro insieme, la possibilità di conoscere i propri limiti, i condizionamenti più profondi e contestualmente la possibilità di eseguire un lavoro di trasformazione e sublimazione. E' quello che sta avvenendo in questi giorni. La giornata è scandita dai tempi del luogo sacro che ci ospita: alle 4.15 l'appuntamento è nel Tempio di Shi Shri Radha Govinda per l'adorazione del mattino con canti spirituali, canto individuale dei santi Nomi, lezione di Shrimad Bhagavatam. Poi colazione tutti insieme. Questa mattina abbiamo eseguito un utile lavoro di interazione, per condividere le emozioni, le esperienze del viaggio, i disagi, i benefici. Il tutto in un'atmosfera molto costruttiva, con l'obiettivo di migliorare le relazioni e la dinamica del viaggio nel suo insieme. Al termine tutti i partecipanti hanno mostrato gratitudine per l'esperienza di lavoro svolto che ha permesso a tutto il gruppo di raggiungere una maggiore coesione e motivazione. Questo si percepisce nella bella atmosfera che si crea tra tutti mentre rispettiamo il pranzo nel ristorante Govinda del Tempio.

    Add a comment

    Leggi tutto


    Matsyavatara.com

    Questo sito è gestito dai discepoli di Shriman Matsyavatara dasa Prabhu. Vi puoi trovare audio MP3, foto, video, articoli, memorie e riflessioni del nostro Guru Maharaja. Se vuoi collaborare ed aiutare a migliorare questo servizio, ti preghiamo di contattarci!